CE indoor Torun 2021 - pronostico 4/4

Aggiornamento: mar 6

Mancano pochi giorni all'inizio ufficiale del campionato europeo indoor di Torun (Giovedì 4 - domenica 7 marzo). Sarà un europeo con un record di partecipanti svizzeri, addirittura 23. Tra cui tre atleti ticinesi. Ajla Del Ponte, Filippo Moggi e Ricky Petrucciani porteranno i colori ticinesi in Polonia.

La redazione di SprinTicino.ch, in questi giorni che precedono i CE ha pensato di proporre dei pronostici, dopo aver iniziato con 60m, 200m e 400m, siamo passati agli 800m, 1500m e 3000m. Ora è il turno delle di salti e lanci. Buona lettura!


4x400 donne:

Sarà sfida tra le padrone di casa e le olandesi. Le polacche sono le attuali campionesse europee, ma la nazionale dei Paesi Bassi può contare su un duo micidiale (Klaver-Bol). Infine il terzo rango potrebbe andare a casa superando la Manica.


Pronostico:

1° Olanda

2° Polonia

3° Gran Bretagna


4x400m uomini

Difficile fare previsioni ma la squadra di casa è da sempre una delle miglior nazioni in questa staffetta, manca però un uomo chiave. Insidiosa la presenza della staffetta olandese guidata dal tecnico romando Laurent Meuwly, con Bonevacia, Dobber e van Diepen ci si possono aspettare grandi cose. Il belgio porterà al via i 3 Borlée mentre l’italia se la giocherà con un team giovanissimo. Robert Grant, il più “vecchio” degli azzurri ha da poco compiuto i 25 anni. Chissà che il tricolore non possa splendere sul podio. Attenzione anche alla Repubblica Ceca del fortissimo Pavel Maslak.


Pronotisco:

1° Olanda

2° Polonia

3° Italia



Alto:

Come spesso capita questa disciplina è dominata dalle ragazze dell’est. Senza la dominatrice assoluta Maria Lesitskene, il titolo potrebbe finire nelle mani della giovanissima Mahuchikh. L’ucraina a inizio febbraio ha firmato la grandissima prestazione di 2.06m. In gara anche la connazionale e vicecampionessa europea in carica Yuliya Levchenko. La ragazza cercherà il titolo mancato tre anni fa. Attenzione alle italiane Trost e Vollortigara, se sono in giornata possono puntare ad una medaglia. Infine sono in competizione anche la quarta e quinta in Europa, Herashchenko e Lake.


Pronositco:

1° Yaroslava Mahuchikh (UKR) – SB 2.06m

2° Yuliya Levchenko (UKR) – SB 1.96m

3° Alessia Trost (ITA) – SB 1.94m


Alto uomini

Il favorito al titolo è Gianmarco Tamberi. Non solo perché l’italiano ha saltato più in alto di tutti questa stagione, ma perché Gimbo è un uomo da campionato, che si esalta con la competizione. Attenzione però al duo dell’est Nedasekau (BLR) e Protsenko (UKR). Entrambi sono saliti ad ottimi livelli al coperto. Un occhio di riguardo andrà anche al tedesco Mateusz Przbylko. Ha dovuto invece rinunciare lo svizzero Loic Gasch.


Pronostico:

1° Gianmarco Tamberi (ITA) – SB 2.35m

2° Andriy Protsenko (UKR) – SB 2.34m

3° Maksim Nedasekau (BLR) – SB 2.34m


Triplo donne:

Favorita l’attuale numero uno in Europa: Papahrístou Paraskeví. La greca con un PB di 14.60m è la vicecampionessa del 2019. Anche la medaglia d’oro ( Peleteiro Ana) di Glasgow2019 sarà presente a Torun. Attenzione alla solita Mamona, la portoghese dopo una stagione indoor discreta, cerca il suo primo oro europeo.


Pronostico:

1° Papahrístou Paraskeví (GRE) – SB 14.60m

2° Patricia Mamona (POR) – SB 14.21m

3° Peleteiro Ana (ESP) – SB 14.21m


Triplo uomini

Non ci sono dubbi, il cubano naturalizzato portoghese Pedro Pablo Pichardo è il designato al titolo europeo. Con i suoi 17.36m è nettamente il favorito davanti al francese Melvin Raffin. Attenzione però al tedesco Hess che a Dortmund è riuscito a saltare 17m esatti.


Pronostico:

1° Pedro Pablo Pichardo (POR) – SB 17.36m

2° Melvin Raffin (FRA) – SB 17.09m

3° Max Heß (GER) – SB 17.00m


Lungo donne:

Gara molto interessante quella del salto in lungo. Sicuramente Mihambo vorrà continuare la sua serie di titoli ai campionati. Dopo europei e mondiali outdoor la tedesca cercherà l’oro indoor. Quest’anno ha saltato 6.77m. La giovanissima Larissa Iapichino arriva ai CE con il nuovo record mondiale U20 (6.91) ed è la miglior atleta europea 2021. In Italia hanno tantissime aspettative, vedremo se reggerà la pressione. In corsa anche la seconda e la terza dell’ultimo europeo indoor, Nastassia Mironchyk-Ivanova e Maryna Bekh-Romanchuk. Con un SB di 6.73, la bielorussa cercherà di prendersi quel titolo che mancò per sei centimetri due anni fa. Invece l’ucraina Bekh-Romanchuk spera ancora di confermare la propria medaglia. Infine, abbiamo la specialista dei campionati europei indoor, Ivana Spanovic. La serba che ultimamente ha avuto qualche problema fisico di troppo cerca il poker di titoli europei indoor, sperando che possa rilanciare la propria carriera. Come “outsider” abbiamo la svedese Khaddi Sagnia, che con il personale stagionale di 6.82 potrebbe trovare la prima medaglia a livello internazionale.


Pronostico:

1° Ivana Spanovic (SRB) - SB 6.75m

2° Larissa Iapichino (ITA) - SB 6.91m

3° Malaika Mihambo (GER) - SB 6.77m


Lungo uomini

Il balzo vincente sembrerebbe essere nelle gambe di Miltiadis Tentoglou, anche quest’anno il greco non è ancora decollato. Lo svedese Montler potrebbe soffiarli l’oro, ma attentione al giovanissimo Gabriel Bitan. Il rumeno potrebbe essere la sorpresa della disciplina. Concludono la lista die papabili alle medaglie il britannico Fincham-Dukes, il georgiano Khorava e l’ucraino Vladyslav Mazur. Sono loro i saltatori da 8+ metri.

Pronostico:

1° Miltiadis Tentoglou (GRE) – SB 8.21m

2° Thobias Montler (SWE) – SB 8.13m

3° Gabriel Bitan (ROU) – SB 8.14m


Asta donne:

Ci sono tutte le migliori europee della stagione, senza contare russe, ancora escluse. Sarà una competizione molto aperta ma per il titolo, la favorita sembra essere la britannica Bradshaw. Già campionessa europea indoor 2013 e vicecampionessa due anni fa, la trent’enne cercherà di riprendersi il titolo. Per il secondo e il terzo rango sarà vera battaglia. La giovane greca Polak proverà a portare a casa una medaglia, vista l’assenza della connazionale Stefanidi è per lei un'occasione da non farsi sfuggire. Altre papabili per il podio sono la Zhuk (4.73) e la Sutey (4.70). Difficile ma non impossibile una medaglia per la svizzera Angelica Moser, che con un SB di 4.62 potrebbe fare la sorpresa.


Pronostico:

1° Holly Bradshaw (GBR) - SB 4.85m

2° Eleni-Klaodia Polak (GRE) - SB 4.71m

3° Angelica Moser (SUI) - SB 4.62m


Asta uomini

Nell’asta maschile si vedrà una sfida che si prospetta stratosferica. L’eterno Lavillenie si presenta in grande forma, nonostante il calendario segni 35 anni. Il francese si troverà di fronte un Armand Duplantis più battile dello scorso anno, ma lo svedese con il salto da 6.10m ottenuto a Belgrado sembra imbattibile. Il gradino più basso del podio potrebbe finire in Olanda, con Menno Vloon che ha appena superato i 5m e 96cm. Il germanico Blech e il polacco Lisek gli altri contendenti.

Pronostico:

1° Mondo Duplantis (SWE) – SB 6.10m

2° Renaud Lavillenie (FRA) – SB 6.06m

3° Menno Vloon (NED) – SB 5.96m


Peso donne:

Sfida molto tirata, per la lotta al titolo bisognerà sicuramente tener conto dell'ex-campionessa mondiale : Christina Schwanitz. La tedesca dopo l’argento di due anni fa è alla caccia di un nuovo trionfo. Presenti anche la quarta e quinta dell’ultima edizione, Alena Dubickaja e Klaudia Kardasz. Alena dopo il bronzo a Berlino 2018 cercherà la prima medaglia indoor. Invece la polacca con il CE casalingo, potrà avere quella spinta in più. Altra papabile alla medaglia è la svedese Fanny Roos. Fresca di record nazionale e terzo lancio europeo, cercherà di riscattare il sesto posto di due anni fa. Infine, la favorita con la tedesca è Auriol Dongmo. La camerunese naturalizzata portoghese ha la WL stagionale con un 19.65. Potrebbe avere nelle corde il lancio che vale il titolo europeo.


Pronostico:

1° Auriol Dongmo (POR) - SB 19.65m

2° Klaudia Kardasz (POL) - SB 18.57m

3° Christina Schwanitz (GER) - SB 19.1m


Peso uomini

I colossi del peso si daranno battaglia in pedana fin dai primi lanci. Il favorito è l’uomo di casa Michal Haratyk. Il ceco Stanek e il servbo Sinancevic potrebbero però metterlo in difficoltà. Molto dipenderà dai primi 3 lanci. Per vincere potrebbe servire una misura vicina ai 22m.


Pronostico:

1° Michal Haratyk (POL) – SB 21.83m

2° Tomas Stanke (CZE) – SB 21.48m

3° Armin Sinancevic (SRB) – SB 21.25m


Pentathlon donne:

Ovviamente la favorita, anche se non ha mai gareggiato questo inverno, è la campionessa olimpica Nafissatou Thiam. Probabilmente soltanto la Dadic potrà dare problemi alla belga. L’austriaca già vicecampionessa europea quattro anni fa è alla ricerca del primo titolo. Per il resto sarà vera battaglia con l’altra belga Vidst che punta al primo trionfo europeo. Da non dimenticare la giovane svizzera Kälin, è pero molto improbabile che riesca ad aggiudicarsi una medaglia.


Pronostico:

1° Nafissatou Thiam (BEL) - SB: -

2° Ivona Dadic (AUT) - SB 4702pt.

3° Noor Vids (NED) - SB 4665pt.


Eptathlon uomini

Grandi speranze per i colori rossocrociati nell’eptathlon maschile. Simon Ehammer si presenta con la seconda miglior prestazione della stagione. Ehammer troverà sulla strada per il titolo il campione in carica Jorge Urena e il polacco Pawel Wiesiolek, ma soprattutto il detentore del recod del mondo del decathlon Kevin Mayer. Il francese all’interno, potrebbe essere più alla portata, vista l’assenza di disco e giavellotto. Attenzione anche al tedesco Kai Kazmirek al suo debutto stagionale. Noi ci crediamo, vola Simon!


Pronostico:

1° Kevin Mayer (FRA) – SB: -

2° Simon Ehammer (SUI) – SB 6092pt.

3° Jorge Urena (ESP) – SB: -


800 donne

In questa stagione soltanto due europee sono scese sotto i due minuti. In cima ai tempi stagionali troviamo la giovanissima Hodgkison, ma pensiamo sia difficile che riesca a replicare queste prestazioni durante l’europeo. Un’atleta in corsa per il titolo è la norvegese Hedda Hynne. Dopo la stratosferica gara al Galà dei Castelli 2020, anche questo inverno ha mostrato buone cose. Nell'unica gara che ha corso, ha firmato il nuovo primato norvegese sui 800 indoor (2’00”92). La 31enne con l’esperienza maturata in questi anni meriterebbe la prima medaglia a livello internazionale. La “outsider” di questa gara è l’eterna Cichocka, che già sette anni fa in occasione dei mondiali di Sopot (POL) fece la sorpresa con un argento. A completare il podio potrebbe essere l'altra polacca Joanna Jozwik, 30 enne quest'anno ha già corso 2'00"42. La carta migliore in casa Swiss-Athletics dovrebbe essere Lore Hoffmann, mentre l'esperienza di Selina Rutz-Büchel (due volte campionessa europea al coperto) difficilmente basterà per raggiungere la finale. Delia Sclabas farà invece già dura lottare per la semifinale, oltre al tempo più alto, le sue capacità tattiche non sono ancora da CE assoluto.


Pronostico:

1° Hedda Hynne (NOR) - SB 2'00"92

2° Joanna Jozwik (GBR) - SB 2'00"42

3° Angelika Cichocka (POL) - SB 2'01"07


800m uomini

Assente il primatista stagionale Elliot Giles (GBR) a tentare di portare oltre la manica il titolo sarà Jamie Webb. Con 1'44"54 è l'unico partente sceso sotto l'1'45 questo inverno. A inseguirlo saranno lo svedese Kramer e il polacco Kszczot. Quest'ultimo si presenta all'appuntamento con la bacheca piena di medaglie europee, l'esperienza non gli manca, inoltre ha corso un ottimo 1'45"22 proprio a Torun due settimane fa. Attenzione anche allo spagnolo Mariano Garcia, all'argento mondiale Amel Tuka e ai Frances Bosse e Robert.

Il rettilineo finale potrebbe però essere troppo corto per il bosniaco.


Pronostico:

1° Jamie Webb (GBR) - SB 1'44"54

2° Adam Kszczot (POL) - SB 1'45"22

3° Andreas Kramer (SWE)- SB 1'45"09


1500 donne

La vincitrice delle ultime due edizioni, Laura Muir, ha rinunciato alla partecipazione dei campionati. Per il resto sarà una gara molto combattuta, con la giovane Vanderelst che potrebbe trovare il suo primo grand trionfo. La belga ad inizio febbraio ha firmato il nuovo primato nazionale. Oltre a lei c’è la tedesca Klein che questo inverno ha concluso con il quarto tempo in Europa. Potrebbe essere l’anno buono per Esther Guerrero, che dopo diversi posizionamenti nella top8, potrebbe mettersi al collo una medaglia.


Pronostico:

1° Elise Vanderlest (BEL) - SB 4'05"71

2° Hanna Klein (GER) - SB 4'06"86

3° Esther Guerrero (ESP) - SB 4'07"48


1500m uomini

Se c'è una sicurezza in questo Europeo è che, salvo infortuni, Jacob Ingebrigtsen tornerà in Norvegia con il titolo dei 1500m uomini. Con il 3'31"80, nuovo record europeo fresco di questa stagione, non può che puntare a scendere sotto il 3'30"00 e prendersi l'oro. Per il secondo posto lotta serrata tra i '95 Gourles (GBR) e Rozmys (POL). Attenzione però all'eterno Marcin Lewandowski. La volpe polacca ha 33 anni ha appena stabilito il suo PB indoor, con 3'35"71. Potrebbe stupire anche il ceco Filip Sasinek, mentre è un incognita Filip Ingebrigtsen.


Pronostico:

1° Jacob Ingebrigtsen (NOR)- SB 3'31"80 RE

2° Marcin Lewandowski (POL)- SB 3'35"71

3° Filip Sasinek (CZE)- SB 3'36"53


3000 donne

Anche in questa gara tutte le migliori del 2021 hanno rinunciato al campionato europeo di Torun. Purtroppo, anche la campionessa in carica, Laura Muir, non sarà presente. La svedese Meraf Bahta pur non avendo ottenuto ottimi risultati questa stagione è forse l'atleta da battere. Marusa Mismas ha corso un ottimo 1500m e potrebbe andare a prendersi l'oro sul finale, mentre la rumena Bobocea giocherà di esperienza. Mentre un altra delle papabili al titolo è l'olandese Koster, mentre la sua compagna Jip Vastenburg potrebbe ambire ad un posto sul podio. Il duo olandese dovrà però fare i conti con 3 atlete d'esperienza. Per il bronzo attenzione alla Finot, che ha appena firmato il nuovo personale.


Pronostico:

1° Meraf Bahta (SWE) - SB 9'08"56

2° Marusa Mismas (SLO) - SB 8'48"82

3° Maureen Koster (NED)- SB 8'49"63


3000m uomini

Il titolo dei 3000m uomini in base ai primati stagionali dovrebbero giocarselo lo spagnolo Mohamed Katir e il giovane francese classe '97 Jimmy Gressier. L'anonimo spagnolo potrebbe subire la freddezza tattica del francese, anche se Katir vanta un personale di 4 secondi più veloce.

In pratica però a vincere il titolo probabilmente sarà Jacob Ingebrigtsen seguito a ruota dal fratello Filip. Il giovane talento norvegese potrebbe così aggiudicarsi una doppietta. I due norvegesi relegheranno lo spagnolo e il francese nella lotta per il bronzo. Anche qui però sarà dura, Mike Foppen, Marcin Lewandowski e Adel Mechal potrebbero piazzare l'agguato.

Grande attesa per Jonas Raess (SB 7'47"50), lo zurighese ha preparato l'Europeo a Valencia all'esterno. Vedremo se il campione delle universiadi sui 5000m, sarà in grado di competere con l'elitè europea.


Pronostico:

1° Jacob Ingebrigtsen (NOR) - PB 7"51"20

2° Filip Ingebrigtsen (NOR) - PB 7'54"33

3° Mike Foppen (NED) - SB 7'42"55


60m donne

La favorita al titolo era la solita Asher-Smith, ma purtroppo la britannica ha dovuto rinunciare per un problema fisico. Per il resto sarà una competizione tiratissima. Al momento ci sono undici ragazze che nel 2021 hanno corso in un decimo (7"10-7"20). Tra queste c'è Ajla Del Ponte. L'esponente dell'USA Ascona ha gareggiato tantissimo questo inverno. Con un SB di 7"14, vola in Polonia con l'attuale quarto tempo stagionale. Ajla avrà le sue chance per puntare alla medaglia, se non addirittura al titolo. Dovrà stare attenta alla partenza perchè nei 60m non si possono fare errori. Potrebbe diventare l'europeo di Swoboda, che nel 2021 ha corso soltanto in Polonia. La classe '97 vanta un SB di 7"10 ed è una delle poche europee ad aver battuto la ticinese in uno scontro diretto. Altra papabile alle medaglie è la francese Ombissa-Dzangue, la ragazza non ha corso tantissimo, ma ha un SB di 7"16. Attenzione alla tedesca Lederer che ai campionati nazionali ha vinto in 7"12, ma il resto della stagione ha corso intorno al 7"30.


Pronostico:

1° Ewa Swoboda (POL) - SB 7"10

2° Ajla Del Ponte (SUI) - SB 7"14

3° Orlann Ombissa-Dzangue (FRA) - SB 7"16


60m uomini

Tra la settantina di atleti iscritti ai 60m dovevano esserci 3 svizzeri. Purtroppo però martedì, a poche giorni dalla gara Silvan Wicki ha dovuto rinunciare per un infortunio ad un ginocchio. Con le olimpiadi alle porte, Silvan e il suo allenatore Patrick Seile hanno deciso che fosse meglio non rischiare e rimanere a casa. Restano in gara gli altri due rossocrociati, William Reais (SB 6"66) e Pascal Mancini (SB 6"69). A comandare le classifiche europee sono il tedesco Kevin Kranz (SB 6"52) e l'italiano Marcell Jacobs (SB 6"53). Anche se il tedesco ha corso più veloce, SprinTicino.ch punta tutto su Marcell Jacobs. Con 6 dei migliori 8 tempi stagionali, l'italiano ha il "killer-istinct" giusto per portare a casa l'oro. Il bronzo sembrerebbe fattibile per l'olandese Joris Van Gool, attenzione però al duo francese: Mouhaadou Fall e Amaury Golitin. Le false partenze potrebbero dire la loro.


Pronostico:

1° Marcell Lamont Jacob (ITA) - SB 6'53

2° Kevin Kranz (GER) - SB 6"52

3° Joris Van Gool (NED) - SB 6"58


60h donne

La sorpresa di questo inverno è la veterana Tiffany Porter (GBR), che dopo la maternità è tornata ai livelli di 4/5 anni fa. La ex medaglia di bronzo mondiale sui 100h ha corso solo negli Stati Uniti, sfidando quasi solo americane. La britannica ha un SB di 7"89. Un primato a soli 9 centesimi dal suo personale fatto addirittura 10anni fa. Attualmente è la seconda atleta a livello europeo. L'altra contenditrice al titolo è l'olandese Nadine Visser, attuale numero uno in Europa. La 25enne ha corso unidici gare ottenendo risultati diversi, ma sicuramente ha tutte le possibilità per conquistare una medaglia. Fresca di record nazionale fillandese, a lottare per le medaglie c'è la 29enne Neziri Nooralotta. Arrivandi nelle condizioni giuste può sicuramente dire la sua. Infine attenzione alle due ragazze polacche (Skryszowska e Koleczek), che con l'entusiasmo del campionati in casa potrebbero fare la sorpresa.


Pronostico:

1° Tiffany Porter (GBR) - SB 7"89

2° Nadine Visser (NED) - SB 7"81

3° Neziri Nooralotta (FIN) - SB 7"91


60mH uomini

A contendersi il titolo europeo negli ostacoli saranno il francese Wilhem Belocian (SB 7"45), l'unico uomo ad essere arrivato a meno di due decimi dal nuovo recordmen mondiale Grant Holloway (7"29), e Andrew Pozzi (GBR SB 7"51). Con l'assenza di Pascal Martinot-Lagarde, Belocian potrebbe risentire della pressione nel team francese, mentre l'esperienza maggiore di Pozzi potrebbe proiettarlo verso l'oro. Sfida a tre per il bronzo tra Paola Dal Molin (ITA SB 7"55), Aurel Manga (FRA SB 7"58) e Damian Czykier (POL 7"59). Il bronzo per l'italiano sarebbe un grande risultato e noi di SprinTicino.ch ci crediamo. Poche possibilità invece per i due esponenti confederati, Finley Gaio e Brahian Pena. Non sarà invece della partita il gioiellino basilese Jason Joseph.


Pronostico:

1° Andrew Pozzi (GBR) - SB 7"51

2° Wilhelm Belocian (FRA) - SB 7"45

3° Paolo Dal Molin (ITA) - SB 7"55


400m donne

La strafavorita è l'olandese Femke Bol. La ragazza del duemila ha dominato tutti i meeting in questa parte di stagione, ha corso quattro gare su cinque sotto il 51" (l'unica gara era la qualifica dei campionati nazionali). Attualmente ha il quarto tempo mondiale (50"64). Sembra che l'unica atleta che possa dare problemi alla Bol, sia la sua compagna d'allenamento Lieke Klaver. Anche lei sta svolgendo un'ottima stagione indoor. La klaver arriva all'europeo con il secondo tempo continentale (51"21). Per quanto riguarda il gradino più basso del podio crediamo che sarà vera battaglia. Anche se l'atleta di casa Justyna Swiety-Ersetic probabilmente ha quel qualcosa in più per conquistarsi la medaglia di bronzo. Ci sarà anche Lea Sprunger, attuale campionessa europea, come "outsider". Non ha fatto stravedere nei meeting precedenti ma la ragazza sa come vincere un campionato europeo.


Pronostico:

1° Femke Bol (NED) - SB 50"64

2° Lieke Klaver (NED) - SB 51"21

3° Justyna Swiety-Ersetic (POL) - SB 51"80


400m uomini

Il tre volte campione europeo Pavel Maslak (2014, 2016 e 2018), si presenta a Torun con il secondo tempo stagionale. Con 46"12 il ceco è secondo solo Liemarvin Bonevacia (SB 45"99). La terza medaglia è apertissima con aspiranti da tutto il continente. Thomas Jordier (FRA) con 46"13 è tallonato da Tony Van Diepen (NED 46"17), Vit Müller (CZE SB 46"31) e Carl Bengström (SWE SB 46"35). Il nostro favorito al bronzo è però Oscar Husillos, lo spagnolo 46"37 questa stagione vanta un personale di 45"66. La sua forma sta migliorando gara dopo gara ed è sicuramente un avversario ostico. Salvo prestazioni stratosferiche in Polonia dovrebbe essere dura superare due turni per i tre atleti svizzeri: Charles Devantay 46"66, Ricky Petrucciani 46"83 e Filippo Moggi 47"39. Lasciamoci sorprendere.


Pronostico:

1° Pavel Maslak (CZE) - SB 46"12

2° Liemarvin Bonevacia (NED) - SB 45"99

3° Oscar Husillos (ESP) - SB 46"37



<<Startlist>>


Programma delle gare: