Florence Griffth-Joyner, la dea della velocità


Florence Delorez Griffith nacque il 21 dicembre 1959 a Los Angeles, settima di undici figli. La piccola Florence ha tentato molte cose prima di arrivare all’atletica, ma a soli sette anni calcava già il circuito atletico. Dopo la laurea nel 1978, e diversi record scolastici nella Jordan High School, viene presa sottobraccio dal suo futuro allenatore Bob Kersee.




Da junior, nel 1982, vinse subito il suo primo titolo individuale NCAA (Circuito universitario americano), prendendosi i 200m in 22”39 secondi. L’anno successivo sebbene arriva seconda nei 200m, vince i 400m in 50”94. Sempre lo stesso anno ottiene una medaglia di “legno” nei 200m ai campionati del mondo di Helsinki. Questo è soltanto l’antipasto di quello che sarà la Griffith del futuro, si perché già alle Olimpiadi svolte nel 1984, a casa sua, ottiene le prime medaglie a livello internazionale, dove arriva seconda nei 200m dietro a Valerie Brisco-Hooks. Bisco-Hooks che ottenne ben tre medaglie d’oro a quei giochi.


Sembrava che la carriera della californiana dovesse esplodere, ma purtroppo nel 1985 deve lasciare le competizioni d’élite per problemi finanziari. Nell’arco dei due anni successivi Florence si allena nel tempo libero e in modo sorprendente riesce a qualificarsi per i mondiali 1987, dove ottenne addirittura un argento nei 200m. Sempre lo stesso anno si sposa con il campione olimpico 1984 del salto triplo, Al Joyner.

1988 inizia LA stagione di Griffth, che ai Trials di Indianapolis cerca un posto per i giochi di Seul. Nei quarti di finale, Flo Jo vola con uno straordinario 10”49 (!) ben 27 centesimi sotto al record mondiale precedente. Gara che lascerà enormi dubbi per la validità del vento, sui verbali il vento appare nullo, ma a pochi metri nel salto triplo viene marcato un +4.3. Il giorno successivo vince i 100m in 10”61 con un vento di +1.2.

Florence arriva in Corea del Sud come grande favorita e non delude. Il 25 settembre 1988 ottiene la sua prima medaglia d’oro olimpica nei 100m, battendo facilmente la campionessa olimpica di quattro anni prima. Anche in finale si prende un incredibile tempo di 10”54. Non contenta quattro giorni dopo strabilia il mondo stracciando il primato mondiale dei 200m di 0.38 secondi (21”34). Andando poi anche a vincere la 4x100 e a ottenere un argento nella 4x400.


Clamorosamente quattro mesi più tardi si ritirò a soli 29 anni, dicendo di volersi dare al mondo della moda.


Purtroppo, i suoi successi furono oscurati dallo scandalo del doping collegato a quel mondiale, dove il campione del mondo dei 100m Ben Johnson venne squalificato per assunzione di steroidi. I dubbi su Florence si sollevarono ancora più per la sua morte nel 1998. I motivi del decesso sono ancora oggi molto dubbi.

Florence Griffth-Joyner ci lascia dei tempi straordinari, ai quali pochissime atlete si sono avvicinate, ma su di lei rimarranno per sempre le ombre e i sospetti del doping.





  • Instagram - Black Circle
  • download (1)
  • Black Icon YouTube