Micheal Norman – “Vorrei fare i 100m in futuro, ma prima voglio concentrarmi sui 400m”

Aggiornamento: 9 nov 2020


Sul portale Track And Field News troviamo un’intervista a Micheal Norman, stella americana del giro di pista. Norman quest’anno è sceso in pista pochissime volte ma ottenendo un impressionante 9”86 nei 100m sinonimo di miglior prestazione mondiale 2020. Norman è il secondo uomo ad andare sotto le tre grandi barriere della velocità: 10” sui 100m, 20” sui 200 e i 44” sui 400.

Micheal e il suo suo inseparabile amico Rai Benjamin sono allenati da Caryl Smith Gilbert e dal campione olimpico del 1992 Quincy Watts (uomo dal personale di 43”50).

Nell’ambito dell’intervista, l’americano ha parlato anche dei giochi olimpici del prossimo anno. Norman spera che i Giochi si possano svolgere, visto che una parte della sua famiglia vive in Giappone. Norman nell’intervista ha pure accennato alla possibilità di raddoppiare sul mezzo giro di pista, annuendo però alla difficoltà che tale scelta comporta, visto che sei gare in pochi giorni sono faticose da recuperare. Oltretutto Norman, dopo la delusione di Doha, vuole concentrarsi principalmente sui 400m.

Dopo le ottime prove di questa stagione, il giovane statunitense nato a San Diego, ha risposto così ad un suo possibile cambio di disciplina:

“Voglio davvero cimentarmi nei 100, ma ho un sacco di cose in sospeso da fare sui 400. Quindi mi sento che se lasciassi quella specialità in questo momento, mi prenderei a calci. Per farla breve: sì, questo è l’obiettivo. E anche se ottenessi l’oro il prossimo anno sui 400, sicuramente correrò i 100 l’anno successivo. Non ci sono dubbi, ma non stupitevi se correrò qualche 100 quest’anno solo per divertimento”.

Intervista completa

https://trackandfieldnews.com/tfn-interview-michael-norman/