Risultati dal mondo: 6/7 febbraio (aggiornato lunedì 8.02)

Aggiornato il: feb 8

Ajla Del Ponte sigla un nuovo PB a Metz!


Ecco i risultati più importanti del weekend:


Domenica:

Offenburg (GER)

Gran lancio di Johannes Vetter (GER) a Offenburg. Il tedesco ha lanciato 87.27m piazzando già una misura di caratura mondiale in febbraio. Secondo un'intervista di Leichtathletik.de Vetter avrebbe lanciato nel mezzo della sua preparazione olimpica, quindi sotto carico.

<<Articolo Leichtathletik.de>>


American Track League #3

Il terzo dei 4 appuntamenti della serie American Track League si è svolto sempre a Fayetteville in Arkansas e ha visto nuovamente in gara Jason Joseph. Il giovane ostacolista si trova in America per un campo d'allenamento e aveva già partecipato al meeting della settimana scorsa. Per lui un ottimo terzo posto in qualifica con il SB di 7"63, che gli vale il limite dei CE indoor. In finale Joseph ha invece mostrato una brutta gara. Già nella prima partenza (gli atleti sono stati fermati per una partenza falsa, poi non attribuita) il basilese è rimasto nei blocchi reagendo con ritardo. Nella seconda è partito leggermente meglio ma sempre con ritardo. Gara chiusa in 7"99 all'ottavo posto. A spuntarla su tutti Omar McLeod in 7"53.

Andiamo però a vedere i migliori risultati di giornata. Blessing Okagbare (NIG) ha vinto i 60m in 7"10, mentre i 200m sono andati a Jenna Prandini (USA) in 22"55. I 400m sono stati di ottimo livello con Shamier Little che ha siglato il suo novo personale in 51"33. Niente di particolare negli 800m al femminile con la vincitrice Adelle Tracey (GBR) poco al di sopra dei 2'02. 7"95 per Tiffany Porter (GBR) sui 60mh, in una gara chiusa di poco davanti alla recordgirl dei 100mH U20 Britany Anderson (JAM; 7"97). Salto in alto vinto da Vashti Cunninghma (USA) con il record del meeting di 2.00m. Record anche per Sandi Morris (USA) nel salto con l'asta, vittoria in 4.88m per lei.

In campo maschile vittoria per Ronnie Baker (USA) sui 60m in 6"53, davanti all'altro americano Trayvon Brommell (USA; 6"58). Personale per Michael Cherri (USA) nei 400m con l'ottimo tempo di 45"24. Mentre nella seconda batteria corsa poco dopo Trevor Bassit (USA) ha concluso in 45"27. Nel miglio vittoria dell'algerino Takieddine Hedeilli in 3'56"79, davanti al 37enne Nick Willis (NZ) in 3'56"82 e a Hobbs Kessler (USA). Per il neozelandese si tratta del 19 anno sotto i 4 minuti nel miglio. Risultato pazzesco anche per Kessler che con 3'57"66 firma il nuovo record liceale.

Nel salti 2.20m per Schelby McEwen (USA) e miglior prestazione mondiale dell'anno per Marquis Dendy. Il lunghista americano ha saltato 8.21m sinonimo di WL.


<<RISULTATI ATL>>

La finale di Jason Joseph:


Indoort-Meeting Dortmund (GER)

Ottima prestazione dei due svizzeri in gara a Dortmund. Domenik Alberto (LCZ) ha nuovamente saltato molto bene, superando l'asticella posta a 5.45m. Mentre Salome Kora (LC Brühl) ha concluso la gara al secondo posto in 7"27, andando così ad eguagliare il suo primato personale stabilito nel 2018. La gara è stata vinta dalla tedesca Jennifer Montag (7"21).

Tra i risulta ottenuti a Dortmund da segnalare il 7"68 di Orlando Ortega sui 60mh, la vittoria di Andreas Kramer sugli 800m in 1'47"64 davanti al forte polacco Adam Kszczot e al tedesco Marc Reuther. 6"58 invece per Joris Van Gool sui 60m piani. In una gara dai partecipanti anonimi. In campo femminile vittoria di Caterina Granz (GER) in 4'10'33 sui 1500m, davanti alla connazionale Katharina Trost. Nei 400m solo un discreto 53"70 di Laura Müller, mentre nei 60mH vittoria per la belga Berings in 8"20. 6.82m nel salto in lungo per la svedese Sagnia Khaddia che si è lasciata alle spalle tutte le avversaria. L'ultima gara di giornata Sono invece stati i 2000m siepi indoor. Nella speciale disciplina, che non si corre praticamente mai al coperto, la vittoria è andata a Gesa Felcitas Krause in 6'02"60. Staccata solo di pochi decimi Lea Meyer.

<<RISULTATI DELLA GARA>>

Sabato:

Meeting Perche Elite Tour Rouen

Una gara incredibile si è svolta a Rouen in Francia. In gara nel meeting dedicato al salto con l'asta i 3 big del momento: Duplantis, Lavillenie e Kendricks . Per capire il livello del concorso basti pensare che i primi 4 atleti hanno provato a superare i 6.03m. Sam Kendricks (USA) si è classificato quarto con la misura di 5.83m. Terzo posto per il 23enne Chris Nielsen (USA) con 5.93m, stessa misura per Renaud Lavillenie. L'eterno francese è stato battuto solo da Mondo Duplantis. Il recordman svedese ha saltato 6.03m al primo tentativo e ha poi continuato provando a superare i 6.19m. Purtroppo solo 3 nulli alla misura che sarebbe stata il nuovo record del mondo.

Tra le donne vittoria per Holly Bradshaw (GBR) con 4.85m, seconda la Bielorussia Zhuk con 4.62m e terza Alysha Newman (CAN) sempre con 4.62m.

A difendere i colori rossocrociati ci ha pensato Angelica Moser. Giornata discreta però per la zurighese. 4.43m per lei.

<<RISULTATI ROUEN>>


Campionati italiani U23

Larissa Iapichino (ITA) ha saltato un balzo mostruoso ai Campionati Italiani U23. La giovane saltatrice in lungo ha ottenuto un salto di 6.75m. Secondo salto italiano indoor di sempre. La Iapichino è seconda solo a sua mamma, Fiona May.

<<VIDEO DEL SALTO>>

<<RISULTATI ANCONA>>


Meeting Metz (FRA)

Solo pochi giorni dopo aver già dimostrato di essere in forma per la stagione indoor Ajla Del Ponte è tornata a migliorarsi. Al meeting di Metz, città nel nord-est della Francia ha corso in 7"14 andando a migliorare il proprio primato personale (e anche il record ticinese). In finale Ajla è pure partita discretamente, andando però a recuperare in modo incredibile sul finale. Concludendo la gara al secondo posto dietro all'americana Oliver (7"10), si avvicina così ulteriormente al record svizzero sulla distanza detenuto da Mujinga Kambundji (7"03 2018).

A Metz sono scesi in pista anche altri atleti svizzeri.

Nei 400m Lea Sprunger ha migliorato il suo primato stagionale correndo 52"22 (sui 200m due ore dopo ha corso 23"76 ), mentre Rachel Pellaud (FSG Bassecourt) ha siglato un nuovo PB in 54"36. La gara è stata vinta dall'olandese Femke Bol, che ha nuovamente siglato una nuova miglior prestazione mondiale dell'anno correndo 50"81 WL. La Bol ha vinto la sua batteria con una scioltezza incredibile. Seconda Lieke Klaver (NED) in 51"73 (le due hanno corso in due batterie diverse). Sui 200m vittoria per la Klaver in 23"10.

Lore Hoffmann (Athle.ch), Delia Sclabas (Gerbersport) e Selina Fehler (LC Regensdorf) erano invece in gara negli 800m. La Hoffmann è nuovamente scesa sotto il limite dei CE di Torun correndo un'ottima gara in 2'01"99 e classificandosi seconda dietro all'etiope Alemu. Mentre Delia Sclabas non ha terminato la gara per una caduta dopo 100m. 2'06"66 per Selina Fehler nella seconda batteria. Nell'ultima corsa al femminile, i 60m ad ostacoli, vittoria per Tobi Amusan (NIG) in 8"00.

In campo maschile gli svizzeri erano saltato due: Vincent Notz (800m ST Bern) e Jarod Biya (lungo CA Geneve). Per il bernese un grande 800m indoor. 1'51"63 per Vincent, che conclude al quarto posto la seconda serie. Il ginevrino Biya ha invece saltato 7.45m, andando però ad infortunarsi al ginocchio del 5 salto.

In campo internazionale da segnalare l'ottimo tempo in qualifica di Wilhem Belocian (FRA) sui 60mH in 7"45, la vittoria USA di Devin Quinn sui 60m in 6"59 davanti all'eterno Mike Rodgers (6"64) e il 3'34"62 di Selemon Barega sui 1500m. L'etiope ha vinto davanti al keniota Birgen (3'34"67) e al britannico Elliot Giles (3'37"61).


<<RISULTATI METZ>>