RISULTATI: Torun2021 - AJLA DEL PONTE CAMPIONESSA EUROPEA

Aggiornato il: mar 7

I CE indoor son in pieno svolgimento e dall'arena di Torun sono già arrivate ottime soddisfazioni per i colori rossocraciati e ticinesi. Quest'ultimi particolarmente ben rappresentati da Ajla Del Ponte che si è portata a casa l'oro nei 60m!! Altro titolo per Angelica Moser che trova l'oro nel salto con l'asta.


<<RISULTATI UFFICIALI LIVE>>

<<LIVE-STREAM>>


DOMENICA

NOTIZIE A SEGUIRE



SABATO

Finale Salto con l'asta F

Straordinaria Angelica Moser! La svizzera si titola campionessa europea con un salto di 4.75m (10cm sopra il proprio pb). È stato un testa a testa con la slovacca Sutej che si è fermata a 4.70m. Bronzo per la favorita Bradshaw e la bielorussa Zhuck (4.65m).


Finale Salto in lungo F

Spettacolare gara del salto in lungo! Bekh-Romanchuk vince grazie all'ultimo salto. Con 6.92m supera di 4cm la tedesca MIhambo. Terza la svedese Sagnia che si prende il bronzo per tre centimetri. Niente da fare per l'italiane Iapichino e Strati (5°-6°).


Eptathlon M - 4/7

Dopo la prima giornata lo svizzero Ehammer si trova alla seconda posizione a 33pti dal primo. Il 21enne ha concluso in 1.95m nella prova dell'alto.


Finale 60m M

Magnifica gara per Marcell Jacobs! L'italiano surclassa gli avversari vincendo in 6"47 (WL) e record italiano. Secondo Kranz 6"60 e medaglia di bronzo allo slovacco Volko.


Finale 400m F

Bol stravince e fa la WL in 50"63. L'altra olandese Klaver crolla sul finale, dopo essere passata al 200m in 23"70! Non delude mai la Swiety-Ersetic che anche questa volta conquista una medaglia (argento). PB e bronzo per la brittanica Williams.


Finale 400m M

Finale spettacolare! Lo spagnolo Husillos (46"22) supera i due olandesi Van Diepen (per tre centesimi) e il favorito Bonevacia (46"30).


Finale 1500m W

Come da pronostico vince Vanderelst (4'18"44), con un buon margine. Gara inizialmente combattuta la belga è uscita alla distanza. Holly Archer taglia al secondo rango, ma in seguito viene squalificata per un'infrazione. Quindi Hanna Klein e Marta Perez conquistano rispettivamente l'argento e il bronzo.


Semifinale 800m M

Nessuna sorpresa nelle semifinali, tutti i favoriti accedono alla finale. Prima batteria molto tirata in cui i primi tre concludono nel giro di un decimo, vince Amel Tuka e passa Dobek. Nella seconda batteria passano i favoriti alla medaglia Webb e Kramer. I due concludono tranquillamente in 1'45"99 e 1'46"87, distaccato il resto del gruppo. Molto bella l'ultima semifinale in cui Kszczot si salva nei ultimissimi metri. L'ex campione del mondo Bosse passa senza problemi.


Semifinale 800m W

Finale per Lore Hoffmann!! La svizzera ha concluso al secondo posto della propria batteria in 2'03"58. Domani alle 18:13 sarà alla partenza dell'ultimo atto. Male, malissimo la connazionale Selina Rutz-Büchel che è "scoppiata" nei ultimi 200m. Taglia all'ultimo rango in 2'07"47. Oltre a Hoffmann presenti tre brittaniche e due polacce in finale.


Eptathlon M - 3/7

Ottimo inizio per Simon Ehammer! Dopo tre discipline l'appenzellese si trova in prima posizione e conduce la gara davanti al recordman mondiale del decathlon Kevin Mayer. 6"75 PB nei 60m (record dei CE indoor eguagliato), 7.89m PB nel lungo e 14.75m nel getto del peso i suoi risultati.


Qualifiche 60mH M

Pillola amara per Finley Gaio, il basilese resta fuori dalle semifinali per 2 millesimi. Ottima prestazione però per lui. Dopo l'infortunio occorsogli in autunno in un allenamento di salto con l'asta, il suo ritorno è stato molto veloce e non ci si poteva aspettare di più. Passa il turno il secondo svizzero Brahian Pena. 7"82 per lui.

I favoriti per la finale hanno superato le qualifiche senza problemi.


Qualifiche 60mH W

3 le svizzere in gara: Von Jackowksi, D. Kambundji e Zbären. Le due berlesi hanno superato il turno e scenderanno in pista domani alle 13:30 per le loro semifinali. Kambundji ha ottenuto un grandissimo tempo: 8"05 sinonimo di miglior prestazione U20 mondiale. Zbären dal canto suo non ha performato al massimo delle sue capacità chiudendo in 8"20, tempo che è però bastato a qualificarsi per il prossimo turno. Male la Von Jackowski, partenza discreta e 4-5 ostacoli in affanno, 8"36 per lei.


Qualifiche triplo W

Le big si presentano pronte per il grande appuntamento. Miglior risultato di giornata per la portoghese Mamona (14.43m).

Finale domenica ore 17:20.


Qualifiche 3000m M

Dopo il titolo europeo dei 1500m Jacob Ingebrigtsen punta alla doppietta. Portare a casa il titolo sarà però più difficile per il norvegese. I suoi avversari più temibili sono lo spagnolo Katir, il francese Gressier, il belga Hendrix e il britannico Butchart. Escluso dalla finale un po' a sorpresa Mike Foppen (NED). Jonas Raess ha concluso la sua batteria in sesta posizione in 7'57"37. Risultato poco comparabile con i suoi miglior tempi, dato che la gara era lenta e tattica. La finale poteva essere alla sua portata, anche se gli avversari erano molto ostici. L'ultimo qualificato nella sua gara è stato il britannico Rowe in 7"55"67.


Qualifiche / Semifinale 60 M

Il più veloce nelle qualifiche è stato Marcel Jacobs (ITA) con 6"59, tallonato da Andrew Robertson (GBR) 6"60 e Kevin Kranz (GER) 6"61. Niente da fare per i due rossocrociati Pascal Mancini 6"73 e William Reais 6"74.

In semifinale nuovamente ottimo Jacobs in 6"56, seguito dal campione uscente Jan Volko in 6"57 e Kranz in 6"58.

La sfida alla finale (sabato ore 20:58) è aperta. Al via vedremo: Olszewski POL, Nascimento POR, Robertson GBR, Volko SVK, Kranz GER, Jacobs ITA, Musah DEN e Nazarov EST.


Qualifiche asta M

Rinuncia importante: Renaud Lavillenie si è infortunato nell'ultimo allenamento e non volendo mettere a rischio i giochi olimpici ha deciso di rinunciare alla gara. Qualifica senza problema per Mondo Duplantis, Piotr Lisek e Valentin Lavillenie. Finale domenica ore 17:05.


VENERDÌ

1500m M

Non c'è stata la battaglia che ci si aspettava nei 1500m. Jacob Ingebrigtsen è partito veloce e ha fatto gara davanti fino all'ultimo metro. Lewandowski ci ha provato, ma non è riuscito ad avvicinarsi più di tanto negli ultimi 200m. Terzo lo spagnolo Gomez. Per un momento vi è poi stato un brivido per il campione norvegese, Jacob era stato infatti squalificato per uno bagarre iniziale con un altro atleta, che l'aveva portato a toccare l'interno della pista. Poco dopo mezzanotte, il campione norvegese ha vinto il ricorso è ha potuto festeggiare.


1° Jacob Ingebrigtsen NOR 3'37"56

2° Marcin Lewandowski POL 3'38"06

3° Jesus Gomez ESP 3'38"47


3000m W

Gara decisa al penultimo giro, dopo una caduta della olandese Koster che ha tagliato fuori dai giochi per il podio la svedese Bahta. Vittoria per la Markovc (GBR) in 8'46"43.


1° Amy-Eloise Markovc GBR 8'46"43

2° Alice Finot FRA 8'46"54

3° Verity Ockenden GBR 8'46"60


Penthatlon W

Neanche cominciata, già finita. L'avventura di Annik Kälin a Torun è durata 60m. La grigionese ha toccato l'ultimo ostacolo della sua prima disciplina e ha preso un brutto colpo alla schiena. Inevitabile la rinuncia. L'oro finale è andato a Nafissatou Thiam con 4904 Pt., sinonimo di nuova WL.


1° Thiam BEL 4904pt WL (60H: 8"31, HJ: 1.89m, SP:15.16, LJ: 6.60m, 800: 2'18"80

2° Noor Vidts BEL 4791pt. PB

3° Xenia Krizsan HUN 4644pt. PB


Peso W

Senza stravolgimenti le medaglie sono andate alle favorite. Oro per Dongmo (POR) in 19.34m, davanti a Fanny Roos con il nuovo record svedese (19.29m). Schwanitz ruba il bronzo a Dubitskaya con 19.04m


1° Auriol Dongmo POR 19.34m

2° Fanny Roos SWE 19.29m RN

3° Christina Schwanitz 19.04m


Peso M

Nelle qualifiche del mattino a stupire era stato il portoghese Belo, ma nonostante il record nazionale lanciato in finale (21.28m), l'outsider lusitano ha dovuto accontentarsi del quarto posto. La vittoria è andata al ceco Stanek. Un 5° lancio scagliato 21.28m, gli ha permesso di superare il polacco campione in carica Haratyk. Misura discreta a livello mondiale.


1° Thomas Stanek CZE 21.62m

2° Michal Haratyk POL 21.47m

3° Filip Mihaljevic CRO 21.31m


Lungo M

Finale del lungo molto particolare. il greco Tentoglou salta 8.35m e si piazza in testa, rinunciando poi a due salti. Nel frattempo Montler salta 8.31m (record svedese) e si piazza secondo a pochi cm dall'oro. Tentoglou, decide di saltare di nuovo ma ottiene due nulli. A nulla servono i tentativi dello svedese, al sesto salto e ultimo salto è chiaro. Oro al greco (un solo salto valido in finale), argento a Montler e testo al finlandese Pulli. Nuovo record finlandese per lui con un salto di 8.24m, ottenuto dopo una lunga battaglia con l'ucraino Mazur (quarto a 8.14m).


1° Miltiadis Tentoglou GRE 8.35m

2° Tobias Montler SWE 8.31m

3° Christian Pulli FIN 8.24m


Qualifiche 800m M

Fuori in qualifica il tedesco Reuther e il campione in carica De Arriba. Ottima dimostrazione di forza dello svedese Andreas Kramer che vince la sua batteria in 1'47"55. Batteria dominata dal primo metro. Avanti anche i vari Bosse, Tuka, Kszczot e Webb. Ottimo anche l'italiano Barrontini, che ha chiuso in 1'48"78 qualificandosi alla semifinale.


Qualifiche salto in alto W

Nulla da fare per Salome Lang. La basilese salta "solo" 1.87m e si classifica al 15esimo posto. Per entrare serviva un salto superiore al 1.91m. A sorpresa escluse anche Elena Vallortigara e Morgan Lake. Entrambe papabili alla medaglia.


Qualifiche 800m W

Tre le svizzere al via Rutz-Büchel, Sclabas e Hoffmann. Solo Sclabas non riesce a qualificarsi, correndo una gara di basso livello 2'07"04. Lore Hoffmann corre una grande e elimina la favorita al titolo Hedda Hynne. Buona gara, anche se è sembrata sotto tono, per Selina Rutz-Büchel.


Qualifiche 1500m W

Gare tattiche nei 1500m donne. Sorpresa del giorno è l'esclusione di Bobocea con un brutto 4'18"00. Tutte le altre favorite avanti.


Qualifiche lungo W

Rischio per l'italiana Iapichino che si qualifica all'ultimo salto in 6.70m. Avanti anche Sagna, Bekh-Romanchuk e Mihambo. Dentro anche la seconda italiana Laura Strati.


Qualifiche / semifinale 400m W

Niente da fare per Lea Sprunger, due anni dopo il successo europeo la volesse esce già in semifinale. Con qualche errore di troppo Lea ha concluso la sua semi in 52"64 (Qualifiche corsa in 52"25), non riuscendo così a qualificarsi per la finale. La zurighese Silke Lemmens era già uscita in mattinata correndo un discreto 54"48 alla sua prima uscita internazionale tra le grandi.

Finale sabato alle ore 20:25 con Williams (GBR), Miklos (ROU), Klaver (NED), Healy (IRL), Swiety-Ersetic (POL) e Bol (NED).


Qualifiche / semifinale 400m M

Venerdì è stata la giornata di Ricky Petrucciani. Dopo il personale, RT e RCH U23 in qualifica, Ricky ha corso una semifinale da urlo andando nuovamente a migliorarsi. Peccato non sia bastato per finale, sarebbe stata la ciliegina sulla torta di un grande europeo. Bravo!

Ci ha provato anche Filippo Moggi nelle qualifiche, buon 47"85 per lui. Lontano però dalla qualifica alla semifinale. Male invece il campione svizzero Charles Devantay che ha chiuso in 47"77 una gara anonima.

Finale sabato alle 20:10 con Janezic (SLO), Bengström (SWE), Husillos (ESP), e i tre olandesi Dobber, Tony Van Diepen e Bonevacia.


Qualfiche triplo M

Nessuno problema per Pichardo, con 17.03m il portoghese si qualifica facilmente. Dentro anche il tedesco Hess con 16.86m, quando per qualificarsi serviva un 16.28m. Finale domenica mattina.


GIOVEDÌ

Qualifiche 1500m M

Si prospetta una grande finale tra Jacob Ingebrigtsen e Marcin Lewandowski. Il norvegese, che ha visto il fratello Filip eliminato nelle batterie, ha le carte migliori per portarsi a casa il titolo. 3'40 il tempo da correre per qualificarsi alla finale.


Qualifiche 3000m W

In una gara molto combattuta con molte ragazze sullo stesso livello per qualificarsi bisognava correre sotto i 9 minuti. Fuori due contendenti al podio Marusa Mismas (SLO) e Jip Vastenburg (NED). Entrambe squalificate per aver calpestato la linea interna in una curva.


Qualifiche peso W

Schwanitz (GER) vince la qualifica con 18.86m. Record nazionale per la spagnola Toimil (18.64m). Ci si qualificava con 18.16m


Qualifiche lungo M

Montler (SWE) e il campione in carica Tentoglou (GRE) avanti senza problemi con un salto sopra gli 8m. Qualificato come 8 Fincham-Dukes con un balzo di 7.74m.


Qualifiche salto in alto M

Qualifica senza grandi misure nel salto in alto maschile. Solo 8 atleti hanno saltato 2.21m, non si è così dovuti proseguire con il concorso. Avanti senza problemi i favoriti Tamberi e Nedasekau.




  • Instagram - Black Circle
  • download (1)
  • Black Icon YouTube